I collaboratori di Portanapoli

Dr.ssa Tina Marasca

E-Mail tina.univ@libero.it

Mi Presento

<<…[  ] Il teatro è un posto assoluto a differenza del cinema che, per un attore è un luogo relativo. Nel cinema non domina l’attore, ma la macchina. [  ] Il teatro, invece, è un luogo sacro. [  ] >>.

Giuliana De Sio
In Dre@m
Mensile di informazione e cultura, n° 8, Settembre 2005.

Sono nata a Castellammare di Stabia nel 1977, una città di mare in provincia di Napoli, che ha dato illustri natali anche ad alcuni attori di teatro di fama internazionale: Raffaele Viviani (1888-1950), grande attore, molto noto nella storia del teatro italiano e nella cultura partenopea, e Annibale Ruccello (1955-1986), morto giovanissimo, in seguito ad un incidente, a soli trent’anni. Proprio in questo bel paese di sole e di mare, ricco di tradizioni, ho iniziato ad inseguire i miei interessi teatrali. Difatti ho conseguito il diploma in Dizione e Recitazione teatrale e cine-televisiva presso l’Associazione Culturale “La Ribalta”, fondata a Castellammare di Stabia nel 1984 da Marianna De Martino. In questa caratteristica accademia dello spettacolo ho avuto modo di manifestare apertamente la mia passione artistica, che da tempo covavo nel mio animo. In realtà prima di iniziare a frequentare nel 2000, il Centro Studi Teatro DanzaLa Ribalta”, decisi nel 1997 di iscrivermi alla facoltà di Lettere e Filosofia, presso l’Università degli Studi Di Napoli Federico II, scegliendo l’indirizzo moderno, settore “Musica e spettacolo”, per confermare le mie inclinazioni artistiche-letterarie, nate sui banchi di scuola, durante i miei primissimi anni di vita. Qui ho ascoltato con grande interesse ed entusiasmo le lezioni sostenute dal docente Ettore Massarese, sia sulla Letteratura Teatrale Italiana che sulla Storia del Teatro Moderno e Contemporaneo. L’amore per l’arte teatrale mi ha portato a sostenete ulteriori esami con la professoressa Giuseppina Scognamiglio in Letteratura Teatrale Italiana (2) e a frequentare un corso di laboratorio teatrale svoltosi sempre presso la sede universitaria federiciana, e diretto dall’attore Pier Paolo Sepe. Durante gli anni universitari ho avuto modo di conoscere persone speciali e importanti, sia nella sfera professionale che in quella affettiva, e poiché i miei colleghi condividevano con me questo enorme interesse per il teatro, mi hanno spinto ad affiancare alla cultura teorica per lo spettacolo anche una cultura pratica. E così grazie ad Anna De Martino e Salvatore Veneruso (che lavorano per la Compagnia degli Sbuffi, Centro Teatro di Figura, in Castellammare di Stabia), ho deciso di confrontarmi con la comunicazione verbale e gestuale dell’arte teatrale. Quindi se da bambina ero presente in tutte le recite scolastiche, da adulta ho avuto l’occasione di recitare in spettacoli comici, drammatici e impegnativi, diretti dal mio insegnante Riccardo De Luca, e provare l’emozione vera davanti ad un pubblico ed una giuria di attori e critici teatrali professionisti che, stimavano e valutavano le nostre esibizioni. Tra gli artisti presenti in giuria cito alcuni nomi: l’attrice Maria Rosaria De Cicco, Anna Spagnolo, Maria Cerrone, Marina Bruno, l’attore Gian Felice Imparato, Lello Radice, Gino Grossi, e tanti altri ancora. Inutile dire che il teatro è stato per me, supporto morale e valvola di sfogo, per i miei momenti più cupi, quando il mio stato d’animo era afflitto da problematiche esistenziali, da complesse e infelici storie sentimentali o quando al contrario, ero invasa da un’energia positiva, grazie ad alcune situazioni gioiose che la vita mi stava offrendo in quel determinato momento delle mia esistenza. Ottenuta la laurea ho avuto i primi contatti col mondo del lavoro, e la mia fortuna è stata quella di cominciare a lavorare su ciò che riguarda la mia passione: il teatro. Per il momento sono autrice di testi e articoli teatrali, ma spero che al lavoro di autrice si aggiunga, anche quello di attrice, così dopo anni di studi e sacrifici, vedrò realizzati tutti i miei sogni. Tuttavia, questi sono anche gli anni delle mie esperienze come insegnante nelle materie letterarie. Da due anni insegno presso l’istituto “Performance MCF Erasmus Point Naples srl, per preparazione esami universitari e per recupero anni scolastici”. Ma sono anche anni in cui pubblico alcune mie poesie su riviste e su testi per concorsi poetici. Giustamente se sono arrivata fin qui, e ho avuto la possibilità di mettere in pratica tutto ciò che volevo concretizzare fin da quando ero una bambina, lo devo soprattutto ai miei genitori, sebbene sono consapevole di essere appena all’inizio della salita.

Dedico questo piccolo pensiero ai miei genitori: <<Grazie a Nastro Maria e a Marasca Giovanni di avermi mostrato negli anni particolari della mia crescita e della mia maturazione artistica, stima e fiducia, e di avermi incoraggiato a credere nei sogni senza demordere mai!!!>>.

 

Pubblicazioni.

 • Storia del Teatro tra ’800 e ’900. a cura di Tina Marasca, pubblicato dalla casa Editrice Edipress sas, 2006, F.lli Caraglia, Ariano Irpino (AV).
 • Per il sito web Portanapoli scrivo vari articoli sul teatro napoletano, sulla cultura napoletana e sui paesi campani da visitare.
 • Pubblicazione di due mie poesie Chiamami Poeta e Il Rimpianto sul settimanale Il Torrese, anno VI n° 8; 03 marzo 2006.
 • Pubblicazione della poesia Il Rimpianto sul testo “Dalle donnne, per le donne”, Avon The company for women, Olgiate Comasco (CO), 2006. Trattasi di un testo che raccoglie “100 storie di vita” di tante donne che hanno voluto raccontarsi a tutte le altre. Il testo aderisce al concorso “donna 2006”, affinché tutti i fondi ricavati dalle vendite dei libri verranno devoluti all’Istituto Europeo di Oncologia, per la prevenzione e ricerca nella lotta contro il tumore al seno.

 

Spettacoli Teatrali.

 • Peer Gynt di HenriK Ibsen, diretto da Riccardo De Luca, 28/06/2002, presso il Teatro SuperCinema - Castellammare di Stabia.
 • Horror di Riccardo De Luca, per la regia di Riccardo De Luca, 28/06/2003, presso il Teatro SuperCinema - Castellammare di Stabia.
 • Spoon River di Edgard Lee Masters, diretto da Riccardo De Luca, 20/06/2004, presso il Teatro SuperCinema - Castellammare di Stabia.
 • Facciamogli la festa di Riccardo De Luca, per la regia di Riccardo De Luca, 15/06/2005, presso il Teatro SuperCinema - Castellammare di Stabia.
 • Tragos…oinè di Riccardo De Luca, per la regia di Riccardo De Luca, 16/06/2006, presso il Teatro SuperCinema - Castellammare di Stabia.
 

 

Apparizioni Cine-Televisive.

 • Comparsa nel film “Il mare non c’è paragone” per la regia di Eduardo Tartaglia.
 • Promo pubblicitario per il “Grande Fratello 4”, in onda su Canale 5, nel 2003.
 • Valletta per il programma Motor Time 2005, trasmesso su rete locale,  Canale3, sita in Via della Resistenza Scafati (SA).


Dr.ssa Tina Marasca
tina.univ@libero.it

Poesie



Chiamami poeta

Quando di notte tutto tace
e il buio rapisce ogni singola vita
in un dolce o in un tormentato lungo sonno,
resto io sola con la mia luce accesa
che mi illumina mentre scrivo
storie vissute o passate…


(Tina Marasca, Il Torrese, anno VI n°08, 03/03/06)






Il Rimpianto

Tempi diversi…
Tempi andati…
Quante risate,
quante gocce di lacrime versate…
Ricordi?
Subito ti notai,
ma ho capito troppo tardi
quello che provavo per te.
Era AMORE non ATTRAZIONE!
E’ colpa mia se non sono riuscita a capire
il sentimento che nutrivi per me,
se ho scambiato il tuo amore
per una pura e limpida amicizia.
Che darei per tornare
a quella famosa notte di mezzanotte,
una notte calda e stellata d’agosto.
La luna affiancata dalla sua splendida stella,
sotto la sua magica luce, aprì,
per la prima volta, senza accorgermene,
le porte al mio cuore indifeso,
un cuore da bambina,
facendomi provare un sentimento
forte e tenero come l’amore
ma, allo stesso tempo, pungente come
le spine di una rosa.
Quanto tempo è volato già via!...
Eppure, ogni tanto, il mio ricordo vola da te.
Per un istante mi brillano gli occhi,
ribatte il cuore, fremo dall’emozione,
ma poi, di colpo, ritorno alla realtà
e faccio finta di nulla.
Spero che domani tutto sarà migliore,
mentre un ironico sorriso si ristampa
sul mio volto.
Mi chiedo fino a quando durerà il tempo
del rimpianto.
Fino a quando avrò ancora respiro
o fino a quando la mia anima, vivendo un’altra
vita, troverà la gioia di cui ha bisogno
e la serenità di non provare più
rimpianto!....

(tm, Dalle donne, per le donne; Avon, 2006)
 

Tu sei qui: Home > Portanapoli > Tina Marasca