Il Museo Nazionale di Capodimonte

Il Museo Nazionale di CapodimonteIl “Museo Nazionale di Capodimonte” Ŕ situato nel Palazzo Reale di Capodimonte, che sorge tra il verde intenso dell'omonimo parco collinare dal quale si possono ammirare fantastiche vedute della cittÓ di Napoli.
Il Museo annovera con oltre 1700 opere una della pi¨ belle collezioni di dipinti d'Italia ed una vasta raccolta di oggetti d'arte occidentale ed orientale in prevalenza di epoca medioevale. Presente anche una prestigiosa sezione di arte contemporanea.

Quando Carlo III eredit˛ dalla madre Elisabetta Farnese la ricca collezione Farnese, pens˛ subito di erigere una costruzione ove poterla ospitare. Affascinato dalla posizione e dalla rigogliosa vegetazione della collina di Capodimonte, che giÓ aveva destinato come riserva di caccia, decise che era il luogo ideale per costruirvi il Palazzo Reale e con esso il Parco, che era un elemento comune agli altri siti reali. Affid˛ allora la costruzione all'ingegnere Giovanni Antonio Medrano, i cui lavori iniziarono il 10 settembre del 1738. 
Le prime sale con la collezione Farnese vennero aperte al pubblico di studiosi e artisti nel 1756. Di seguito il figlio e successore di Carlo, Ferdinando IV , affid˛ a Ferdinando Fuga l'ampliamento della Reggia e la cura del Parco. Il palazzo, dunque, assunse in quegli anni la duplice funzione di museo e di dimora reale, accogliendo fino al periodo della Restaurazione diverse collezioni: dal 1758 al 1806 tutti i tesori della collezione Farnese insieme ai tesori del palazzo romano della famiglia furono trasferiti via via a Capodimonte.
Solo nel periodo francese, dal 1806 al 1815, la Reggia divenne una residenza e le stanze del palazzo arredate per i nuovi sovrani. Tutte le opere, in quegli anni, furono trasferite al Palazzo degli Studi.
Dopo l'UnitÓ d'Italia il Palazzo Reale di Capodimonte pass˛ ai Savoia, che lo donarono nel 1920 allo Stato Italiano. Negli anni '50 furono aggiunti alle preesistenti collezioni i dipinti della Pinacoteca Nazionale di Napoli.

La struttura ospita oggi il Museo e le Gallerie Nazionali di Capodimonte, istituiti nel 1957.
La Collezione Farnese e la Collezione borbonica costituiscono i nuclei principali del Museo. Inoltre sono presenti opere delle grandi scuole della pittura italiana ed europea dal Medioevo fino al Seicento. Tra le opere pi¨ rappresentative La Flagellazione di Cristo del Caravaggio, il Ritratto di Francesco Gonzaga di Andrea Mantegna, La Danae di Tiziano, la Madonna del Rosario di Luca Giordano. Oltre alla collezione Farnese Ŕ possibile ammirare opere di grande fattura provenienti dalle chiese di Napoli e del Regno delle due Sicilie (Simone Martini, Colantonio, Caravaggio) e le prestigiose collezioni D’Avalos e Borgia. Quest'ultima contiene oggetti d'arte occidentale ed orientale in prevalenza di epoca medioevale oltre a antichitÓ egizie, etrusche, volsce, greche e romane. Il Museo offre anche una sezione di arte contemporanea dove, fra le altre opere, Ŕ possibile ammirare il noto dipinto "Vesuvius" di Andy Warhol.

Museo Nazionale di Capodimonte
via Miano 2, 80131 - Napoli
Tel. 0039.081.7499111
Fax 0039.081.7445032
Web: http://capodimonte.spmn.remuna.org

Tu sei qui: Home > Napoli > Musei > Museo Nazionale di Capodimonte